Enel e street art: quando l’innovazione incontra la creatività

Enel non è solo innovazione e tecnologia a disposizione dei propri utenti, ma anche creatività al servizio dei cittadini.

Questo è stato il punto di partenza della nuova iniziativa del Comune di Fontanile (AT) che ha deciso di dare un tocco di originalità alla cabina Enel E-Distribuzione collocata accanto alla colonnina di ricarica EnelX per auto elettriche, in via Roma. Il progetto si chiama “Street Art” ed è stato realizzato dal pittore fontanilese Luigi Amerio, già conosciuto per aver realizzato la splendida opera di camouflage sul muro di cinta di Piazza Trento Trieste. Amerio ha così trasformato la grigia struttura, prima ricoperta di scarabocchi, in un vero e proprio dipinto a cielo aperto da ammirare, perché no, durante il rifornimento e non solo. Fortemente voluto dall’amministrazione comunale per rendere il già suggestivo borgo di Fontanile ancora più autentico e ricco di bellezza, il progetto ha come obiettivo la valorizzazione del territorio attraverso una serie di interventi di riqualificazione.

All’inaugurazione di mercoledì 19 dicembre, erano presenti: il sindaco di Fontanile Sandra Balbo, il responsabile di E-Distribuzione Asti e Alessandria Matteo Tonso, l’autore dell’opera Luigi Amerio e lo stesso Gianfranco Oddino, titolare della Oddino Impianti che ha contribuito al finanziamento dell’iniziativa. “Siamo orgogliosi dei risultati ottenuti – ha dichiarato il primo cittadino – questo intervento ci aiuta a promuovere il paese. Ed è proprio grazie a iniziative come questa che la nostra comunità, distinguendosi come comune virtuoso, ha ricevuto un riconoscimento da parte della Regione Piemonte nell’ambito del progetto ‘Dopo l’Unesco, agisco’”. “Un’iniziativa che conferma il legame che da sempre unisce E-Distribuzione al territorio e alla sua comunità – ha aggiunto Matteo Tonso – Ecco perché abbiamo con piacere aderito alla richiesta dell’amministrazione comunale, collaborando alla riuscita del progetto. E questa è solo una delle tante azioni che portiamo avanti per l’integrazione delle infrastrutture elettriche all’interno del paesaggio e dell’arredo urbano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up