Acqui Terme, inaugurata la prima colonnina di ricarica EnelX

E’ stata inaugurata martedì 18 dicembre, ad Acqui Terme, la prima colonnina pubblica targata EnelX per la ricarica di veicoli elettrici.

La stazione EnelX per la ricarica dei veicoli elettrici collocata in via Maggiorino Ferraris, ad Acqui Terme, fa parte di un progetto fortemente voluto dall’amministrazione comunale per rispondere alle esigenze di un trasporto sempre più ormai orientato verso un basso impatto ambientale. La convenzione siglata tra Comune ed Enel , infatti, mira a potenziare la rete di ricarica elettrica a 22 kw su tutto il territorio piemontese, sulla base del Piano nazionale che prevede la posa di circa 7.000 colonnine entro il 2020, per arrivare a 14.000 nel 2022. Un programma di copertura capillare in tutte le regioni italiane che conta, in questo 2018, oltre 2.500 infrastrutture di ricarica installate. E sono circa 200, le colonnine previste nei 101 comuni del territorio Unesco dei Paesaggi vitivincoli tra le province di Alessandria, Asti e Cuneo.

“La mobilità elettrica – ha dichiarato il sindaco di Acqui Terme Lorenzo Lucchini – sta diffondendosi molto velocemente. Si stima che, ad oggi, circolino nei territori del Monferrato in media 200 veicoli elettrici a settimana. Ecco perché diventa importante garantire servizi di ricarica sul territorio. Perché solo in questo modo si arriva a incentivare la mobilità elettrica e, quindi, a tutelare l’ambiente, riducendo l’inquinamento da smog e le polveri sottili. Ciò a cui tutti dobbiamo mirare è la costruzione di una città ecosostenibile”.

Al taglio del nastro, sono intervenuti, oltre al primo cittadino acquese Lorenzo Lucchini, anche l’assessore all’Ambiente Maurizio Giannetto nonché Alberto Scagliola di Enel X. Durante la cerimonia, inoltre, è stato possibile testare un mezzo elettrico e sperimentarne la ricarica semplice e rapida. Le altre tre colonnine installate in città si trovano in piazza Matteotti, piazza San Guido e viale Acquedotto Romano e saranno attive nelle prossime settimane, ognuna delle quali compatibile con qualsiasi veicolo elettrico presente sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *